INCIDENTE MORTALE. IL DANNO CATASTROFALE

Esiste una vasta gamma di profili risarcitori connessi all’evento morte. Ai fini che interessano in questa sede, possiamo distinguere il danno da morte iure hereditatis da quello iure proprio.

Il primo riguarda il danno subito in via diretta dalla vittima che, entrando a far parte del suo patrimonio, può essere rivendicato dagli eredi.

Il secondo, invece, ha ad oggetto la violazione, patita dai familiari del soggetto deceduto, dell’interesse all’intangibilità della sfera degli affetti reciproci in ambito familiare.

Tra i danni il cui ristoro è invocabile iure hereditatis rientra il danno c.d. catastrofale.

Il danno “catastrofale” indica quel pregiudizio che subisce il soggetto il quale, con lucidità, assiste inesorabilmente all’avvicinarsi del momento della propria morte.

La risarcibilità del danno catastrofale è subordinata al fatto che il soggetto sia rimasto in vita per un tempo apprezzabile, assistendo al  peggioramento delle proprie condizioni di salute, fino alla morte. Quindi, è necessaria la consapevolezza circa le gravissime condizioni di salute e l’imminenza del decesso.

Uno stato di scarsa lucidità non esclude a priori la possibilità che colui il quale riporti delle gravi lesioni possa rendersi conto della delicata situazione in cui versa.

Spetterà agli eredi fornire la prova di una condizione di lucidità del soggetto deceduto.

Tale prova potrà essere data attraverso la testimonianze di chi era presente durante tutti gli ultimi istanti di vita della vittima. Anche la documentazione medica, ad esempio, potrebbe tornar utile a dimostrare che il soggetto è giunto in ospedale vigile ed orientato nello spazio e nel tempo.

Le sofferenze patite dalla vittima per la consapevolezza della gravità delle lesioni riportate sono quantificabili secondo il criterio equitativo, che tenga conto di tutte le circostanze del caso concreto e  sappia tener conto della enormità del pregiudizio (Cass. Civ. n. 23183/2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *